Una nuova forma di business:

In Italia sono sempre di più le aziende costrette a chiudere a causa di: tasse troppo alte, costi fissi superiori al guadagno, poco lavoro. Questi sono i fattori maggiori per il quale un’imprenditore decide di abbandonare la propria attività. In molti passano notti insonni a cercare un modo per migliorare la propria situazione. e devono fare i conti con un’attività appesantita da un regime fiscale che non permette di avere guadagni soddisfacenti. La fuga all’estero di imprenditori o aspiranti tali, è un chiaro segnale di come l’imprenditoria in Italia sia ancorata a schemi e metodi appartenenti ad un vecchio regime economico. Il trasferimento della propria azienda all’estero è una delle soluzioni migliori, ma oltre a questa ne possiamo affiancare un’altra, valida sia per le aziende italiane che estere: trasformare il proprio Business in Business liquido.

 

business liquido

Business Liquido:

Al mese, quanti soldi spendono le aziende in: bollette, affitto o spese di gestione ufficio? Alcune aziende sono davvero appesantite dai costi fissi, che se eliminati, andrebbero a incidere positivamente sul proprio guadagno. Un Business Liquido è basato proprio su questo semplice principio: trasformare i costi fissi in costi variabili. I vantaggi?

  • Nessun ufficio
  • Nessuna bolletta da pagare
  • Incremento del guadagno

I costi fissi di ogni azienda possono trasformarsi in costi variabili. Come? Semplicemente cambiando il proprio modo di vedere e fare business. Come può avvenire questo cambiamento? Semplicemente partendo da se stessi. L’assett mentale deve cambiare e questo è il primo passo per cominciare a pensare e vedere la propria azienda, come un’azienda liquida. Chiunque può trasformare la propria azienda, o un solo ramo aziendale, in liquido. Anche lo spostamento da casa può essere considerato un costo fisso, la spesa per la benzina o per l’abbonamento mensile per utilizzare i mezzi pubblici. Questo costo potrebbe abbattersi e diventare costo variabile.

Il business liquido è per tutti

Il business liquido è possibile definirlo come un percorso che tutti possono intraprendere. Chi ha intenzione di aprire un’attività spesso è spaventato dai costi da sostenere, ma con questa formula è possibile abbatterli e renderli variabili. Avete idea di quanto possa cambiare un business, sapendo che al mese non ci sono spese che possono incidere negativamente sui guadagni? Non stiamo parlando di una bacchetta magica risolvi problemi, ma di una pianificazione della gestione aziendale che non corrisponde ai classici modelli imprenditoriali. La famosa azienda WordPress, la cui piattaforma è usatissima per la creazione e gestione di siti e blog su internet, ha di recente venduto i suoi uffici di San Francisco.

Colpa della Crisi? Assolutamente no. WordPress è un’azienda che lavora e continua a lavorare. Per quale motivo ha operato questa scelta? L’amministratore delegato della società sostiene che 5 dipendenti su 6 preferiscono lavorare fuori ufficio in un ambiente più confortevole. In una caffetteria, in spiaggia, a casa. Al giorno d’oggi è possibile trovare il wi-fi ovunque e tutte le case ormai ne sono dotate. L’azienda ha approfittato di questa manovra per rendere i propri dipendenti più felici, mantenendo la propria qualità, produttività e abbattendo i costi di gestione dei proprio uffici.

business-idea

Lorenzo Ait e la sua Liquid Business Formula:

lorenzo ait

Lorenzo Ait è l’ideatore della  Liquid Business Formula®. Tramite il suo video corso online, Lorenzo porta lo studente ad approfondire sia le base del marketing, sia a ideare una pianificazione che possa rendere la propria attività,  liquida. Tramite un linguaggio colloquiale e video dai titoli a volte buffi, l’imprenditore svela i trucchi del mestiere. Ogni lezione tratta un argomento preciso, ci permette di salire un gradino verso la realizzazione del business liquido.

La terminologia inglese relativa al marketing non sarà più un mistero, ogni singolo termine viene tradotto e spiegato. Questo fattore lo rende un prodotto adatto anche ai neofiti del campo, ma non vuol dire che non sia adatto a chi di Marketing ha già una bella infarinatura. Lorenzo offre una nuova visione dell’imprenditoria, stravolgendo il vecchio modello che per anni è stato alla base di ogni azienda e proponendone uno nuovo.

La pianificazione aziendale è un aspetto fondamentale per un’attività e Lorenzo è riuscito a creare un modo per semplificarla, rendendo il processo più snello. Quali sono quindi i punti da seguire per cominciare a pianificare mentalmente la propria azienda liquida?

  1. Trova la tua idea
  2. Struttura il tuo modello di business
  3. Imposta il sistema di vendita
  4. Avvia il marketing

Questi punti saranno trattati nelle varie lezioni, al termine delle quali ci saranno dei semplicissimi esercizi da svolgere, che aiutano a progredire nel proprio percorso. L’azienda fondata da Lorenzo, ed utilizzata come primo caso studio, è riuscita a guadagnare più di un milione di euro, partendo dai pochi fondi a disposizione. Ogni percorso imprenditoriale segue diverse strade e incontrerà diverse difficoltà, ma seguendo le sue dritte e i suoi consigli, è più che possibile arrivare ad ottenere grandi risultati come li ha ottenuti la suo caso studio.

Conclusioni:

La rivoluzione del lavoro è in atto e le grandi aziende hanno cominciato ad adattarsi al cambiamento. Il Business liquido è una delle potenziali soluzioni per poter sopravvivere e ridimensionare la propria attività rendendola una reale fonte di guadagno. Se vuoi saperne di più, partecipa alle giornate formative che si terranno il 6 e 7 ottobre a Milano. La Crisi non Esiste di Gabriele Maltinti è un evento formativo dove sarà possibile incontrare e ascoltare le testimonianze dei migliori imprenditori e professionisti che hanno ottenuto successo nel loro percorso lavorativo. Sarà presente anche Lorenzo Ait, ideatore della Liquid Business Formula®. Una testimonianza reale di come il business liquido stia rivoluzionando le aziende.

 

 

Compila il modulo per ricevere maggiori informazioni e sconti per l’evento “La Crisi non Esiste 2018”!